Torna al blog

Eventi

TechONlogic | Reportage Light+Building 2018

Francoforte, 18 – 23 marzo 2018. L’edizione appena conclusa di Light+Building è stata caratterizzata da cambiamenti importanti e tante novità positivamente accolte da visitatori record.

May the light embody our time?

Chi è venuto a trovarci a Light+Building ricorderà sicuramente questa frase riportata in una delle pareti del nostro stand. Un invito a riflettere sulla possibilità di rappresentare l’attualità del nostro tempo attraverso la luce. Una domanda che rispecchia il momento in cui ci troviamo ora come azienda: stiamo lavorando sul futuro della luce in modo concettuale pur mantenendo saldo il legame con la nostra artigianalità. Questo il messaggio che abbiamo voluto portare a Francoforte quest’anno.

 

     

    Uno sguardo al futuro che si traduce in piccoli e grandi cambiamenti, a partire dalle nuove modalità espositive che ci hanno aiutato a trasmettere il concetto di gamma: otto banconi dove si potevano toccare con mano intere famiglie di prodotto come gli uplight Orma, famiglia ampliata in termini di potenza, dimensioni, ottiche, controllo del glaring e applicazione.

     

    Tra gli ampiamenti di gamma troviamo anche Tour.  Sospensione biemissione, plafone e incasso sono stati posizionati nel cuore dello stand, a formare il riconoscibile gioco di cerchi sovrapposti che ha caratterizzato la nostra comunicazione pre-evento.

    Altri protagonisti indiscussi della nostra presenza a Light+Building, i 240 Pixie Pixel small installati in una maxi parete gestita con controllo dmx e diventata parte integrante del nostro private party, interfacciandosi con audio e visual per creare uno spettacolo unico e suggestivo.

    Francoforte è stata l’occasione per presentare anche alcune novità decorative come la sospensione Honey, disegnata da Pio e Tito Toso e la tesata Fl@!. Insieme a loro Diphy foglia singola, candidata al compasso d’oro e Reflexio, neo vincitrice dell’IF Design Award.

    Tecnologia, tecnica e idea si sono ben amalgamate nei 550mq di spazio espositivo, dandoci la possibilità di mostrare quello da cui siamo partiti, quello che siamo ora e quello che vorremmo essere in un futuro vicino e non.

    Speriamo di essere riusciti a trasmetterlo anche ai tantissimi visitatori che abbiamo incontrato con piacere nei giorni scorsi.

    Per chi non c’era ecco il video di TechONlogic: la nostra esperienza a Light+Building 2018.

    Condividi