Vai al contenuto
Tutte le news

L’arte illumina la mente, Linea Light Group illumina l’arte

Interviste

27 aprile 2016

L’arte illumina la mente, Linea Light Group illumina l’arte

Lo scopo di una perfetta illuminazione delle opere è rendere leggibile l’arte, si tratti di tesori custoditi nei musei e nelle chiese o di architetture che arricchiscono grandi città o piccoli borghi, affinché si possa giungere a una fruizione completa, restituendo all’arte il suo significato più autentico.

Il rapporto tra luce e arte è una relazione dalla natura complessa. La luce, con la sua ampiezza e le sue dominanti cromatiche, è in grado di attribuire un carattere espressivo all’ambiente o all’opera, cambiando la percezione degli spazi e dei colori.
Lo scopo di una perfetta illuminazione delle opere è rendere leggibile l’arte, si tratti di tesori custoditi nei musei e nelle chiese o di architetture che arricchiscono grandi città o piccoli borghi, affinché si possa giungere a una fruizione completa, restituendo all’arte il suo significato più autentico.

Grazie all’esperienza accumulata negli anni, Linea Light Group si è avvicinata sempre di più a questo tema ed è oggi in grado di fornire soluzioni “sartoriali”, capaci di soddisfare anche le più particolari esigenze creative.

L’illuminazione nei luoghi di culto
I nuovi temi progettuali sono orientati a valorizzare complessivamente l’esperienza spirituale e culturale attraverso l’architettura, l’arte e la funzione liturgica in un’armoniosa integrazione. Gli impianti si inseriscono come elementi di novità in un contesto che non li prevedeva, ed è quindi necessario studiare con attenzione il loro inserimento fisico, formale e funzionale nell’edificio. Sotto questo profilo diventa significativo integrare la logica di scenari, i quali rendono possibili l’alternanza tra momenti di contemplazione visiva e quelli di raccoglimento spirituale.
L’esempio lampante dell’uso di scenari ci arriva dallo studio illuminotecnico realizzato per la Chiesa di San Nicola in Nociglia, progetto che ha vinto il premio Codega 2014.

L’illuminazione di edifici storici
Solo in Italia gli edifici di interesse storico si aggirano attorno all’8% del totale mondiale*. Un edificio storico ha bisogno di un’illuminazione particolare che ne enfatizzi le caratteristiche nel pieno rispetto di tutte le norme architetturali, con un corretto bilanciamento tra gli aspetti estetici e quelli funzionali.
Il progetto illuminotecnico realizzato presso la fortezza Fuerte Melilla, uno dei principali simboli della città nordafricana, è il risultato di un’attenta applicazione delle tecnologia LED perfettamente integrate con l’architettura.

Illuminazione di aree espositive
Nei musei e nelle gallerie, l’illuminazione deve in primo luogo garantire la migliore fruizione possibile delle opere d’arte, garantendo al tempo stesso la loro conservazione ottimale. Per entrambe le esigenze, la luce LED si rivela la soluzione ideale: da una parte, perché priva di raggi ultravioletti e raggi infrarossi che potrebbero danneggiare le opere esposte nelle sale; dall’altra, perché, grazie ai suoi giochi di luce, riesce a creare un’atmosfera piacevole, evidenziando i dipinti e fasciando la materia, in caso di sculture.

Che siano edifici, opere d’arte o musei, data la delicatezza intrinseca dei soggetti da illuminare, è fondamentale evitare di intaccare materiali e colori, senza interferire sulla percezione cognitiva ed emozionale del visitatore o sull’espressività plastica di sculture e architetture. Se da un lato la luce può mettere in risalto la bellezza dell’opera, evidenziandone dettagli e colori, dall’altro, se mal progettata, può anche divenire un ingombrante elemento di disturbo.

Problemi affrontati con successo da specifiche soluzioni illuminotecniche di Linea Light Group, che ha messo a disposizione dei progettisti la ricerca continua e il proprio know-how nel settore dei “beni artistici”. Nessuna aggressività nei confronti dei materiali, fedeltà della resa cromatica, sistemi ottici dedicati, aderenza alla plasticità delle forme, armonica illuminazione e rispetto dello spazio ospitante: le nuove applicazioni tecniche sono in grado di massimizzare l’esperienza del progetto illuminotecnico in maniera semplice ed efficace, per un perfetto equilibrio tra opera d’arte e corpo luminoso.

Costruire un rapporto stretto con il progettista è la nostra missione, alla ricerca di un risultato ottimale che metta in risalto le bellezze dei luoghi artistici. Linea Light Group crede profondamente in questo rapporto ed è pronta a gettare nella “mischia creativa” tutta la sua conoscenza e la sua tecnologia.

SCARICA LA NOSTRA BROCHURE ARTE&CULTO

*fonte: Rapporto CRESME SAIENERGIA su dati ENEA

Condividi questo articolo